giovedì 28 maggio 2015

**** STOP: 0x000107B unable to find "Cado Dritico"

"Mio marito non lo dovrà mai venire a sapere"

Apparecchio Aquasphere per due giocatori. Rileggo ancora una volta le regole del refill di fine turno, quanti cristalli e quante piovre entrano. Devo ricordarmi che posso spendere 3 cronometri per programmare un bot, e che nel conteggio punti intermedio posso sprogrammare un bot invece di spendere un cristallo, per superare la linea rossa.
La chiave di volta sembra essere aumentare il più possibile il numero dei bot programmabili nei turni, ma fingerò di non saperlo.
Il cellulare vibra sul tavolo. Il messaggio è della moglie di Redbairon: "Massimiliano sta arrivando".
Mi avverte sempre.
Cinque minuti dopo lui arriva sotto casa mia. Mi whatsappa "Sono davanti al citofono".
Prima di aprirgli inspiro profondamente e chiudo gli occhi.
Non so per quanto tempo potrò portare avanti questa farsa.

Venerdì 27 settembre 2013
L'appuntamento è alla gelateria Fiorio, in centro.
Arrivo in anticipo. Prendo un tavolino in un angolo e ordino un caffè.
Lei arriva dopo qualche minuto.


La birra della serata è la Wayan della Baladin, una season ai 5 cereali piuttosto distante dai miei gusti (APA e IPA) ma Baladin birre cattive non ne fa, e neanche così così, quindi bevo volentieri.
Red si fuma la solita sizza rituale sul balcone: un apostrofo di condensato fra le parole Nepresso e Aquasphere.
"Mercoledì dovrebbe tornare il Vichingo. La prossima settimana ci si spacca, Dado!"
Dado. Non riuscirò mai ad abituarmi a questo nick.

Venerdì 27 settembre 2013
"Abbiamo un amico in comune" mi spiega soffiando sul cappuccino, "Raistlin".
Non si è tolta gli occhiali da sole e continua a sorvegliare l'ingresso, sobbalzando all'arrivo di ogni cliente.
"Suo marito non sa che è qui?"

"No, e non dovrà mai saperlo, non dovrà mai sapere niente del nostro accordo"
"Come si chiama?"
"Massimiliano. Ma si fa chiamare RedBairon"
AQUASPHERE
Titolo per 2-4 giocatori, di Stefan Feld, edito da Asterion, della durata 90-120 minuti, d'ambientazione incestuosa fra Bioshock e 20.000 leghe sotto i mari.
I giocatori vestono gli umidi scafandri di ingegneri \ scienziati impegnati in una stazione di ricerca sottomarina. Scopo della missione recuperare i cristalli, programmando i robot per l'estrazione e la manutenzione dell'impianto.
Aquasphere si articola su tre plance: 1-il tabellone centrale, la stazione di ricerca vera e propria nella quale i bot programmati svolgono materialmente l'ordine, 2-la plancia di programmazione, il quartier generale nel quale gli ingegneri danno istruzioni ai bot per l'estrazione del cristallo, per recuperare segnalini tempo, eliminare le piovre che attaccano l'impianto, upgradare il laboratorio, spostare sommergibili, studiare upgrade tecnologici (carte) e utilizzare uno slot programmazione jolly, 3-la plancia giocatore nel quale sono storati bot e sommergibili. Ci sarebbe anche una quarta plancia personale, che rappresenta il laboratorio e la sua capacità di magazzino.
La partita si svolge attraverso la programmazione dei bot, che eseguono poi l'ordine nel segmento della stazione di ricerca nel quale si trova lo scienziato (lo scienziato si muove da un settore all'altro spendendo segnalini tempo).
Ad ogni fine turno vengono refillati nella stazione di ricerca cristalli, segnalini tempo, carte tecnologia, espansioni per il laboratorio e piovre infestanti.
Un Feld di fascia alta, complesso, tattico e strategico,di altissima rigiocabilità, che rompe gli schemi dell'insalata meccanica (non che il sottoscritto l'abbia mai trovata un problema) in virtù di una coperta corta in cui cercare di fare tutto è l'unica strada percorribile. Un gioco che dopo un leggero stordimento iniziale balza fra i miei preferiti in assoluto di Feld, sotto Burgundy ma sopra tanta altra roba. Davvero una prova di alto livello. Per quanto mi riguarda: tanto di cappello.

Venerdì 4 ottobre 2013
"Allora? E' in grado di farlo?"
La guardo negli occhi. La prima volta non mi ero accorto di quanto fosse bella.
"Fattibile. Certo. Ma le costerà. Sia per le partite che per mettere su il blog. Mi porterà via un bel po' di sere"

Apre la piccola pochette di velluto nero.
"Niente assegni, naturalmente. Non saprei come giustificare una cosa del genere"
Richiude la pochette con uno scatto.
"La prossima settimana. Qui. Stessa ora. Avrò il contante con me. Le basterà per i primi mesi"
"Benissimo"
"Avrà anche bisogno anche di un altro compare, per le serate. In due non riuscireste a giocare a molto"
"Ho già contattato la persona. Si fa chiamare Il Vichingo. E' un professionista dei giochi da tavolo, un freddo, uno che vince"

"Si, ma non dovrà vincere"
"Si fidi, signora: metteremo su un bello spettacolo"
Punto sulle carte. Comincio con quella che mi fa guadagnare 2 cronometri ogni volta che muovo l'ingegnere su una casella con programmazione Carta. Prendo anche la seconda, che mi fa programmare un bot extra durante il conteggio intermedio spendendo un cronometro. Upgrado il laboratorio in modo da aumentare il magazzino di carte e cronometri.
Imbastisco un discreto motorino, come immaginavo la chiave è aumentare il numero dei bot e sbloccare i sommergibili quanto prima.
Red fa qualche punto eliminando le piovre, raccoglie cristalli (inutili in questo momento) e piazza due sommergibili in due settori oggettivamente interessanti.
Al primo conteggio punti gli sono avanti di 12.
"Dado mi sa che 'sto Aquasphere è proprio il tuo gioco, stai andando come un treno".

Mercoledì 23 aprile 2014
"Vi incontrerete domani sera, a casa di Raistlin. Le consiglio di portare una birra, Massimiliano ama le birre, la aiuterà a rompere il ghiaccio. Giocherete e The Isle of the Doctor Necreaux, un card game dadoso che sicuramente NON piacerà a mio marito"
"Come fa a essere sicura che non gli piacerà?"
"Mi lasci pensare...oltre dieci anni di matrimonio?"
"Touchè. Vada avanti"

"Al termine della serata, al momento di tornare alle macchine, probabilmente mio marito vorrà farsi un'ultima sigaretta sul marciapiede. Lo conosco: se ne fuma sempre una prima di rientrare. E allora lei ne approfitterà per rivelargli che in realtà è un giocatore più da german, che i suoi autori preferiti sono Rosenberg, Feld, Gerdts, Wallace. E gli proporrà di scambiarsi i numeri di cellulare, per trovarsi a giocare insieme"
"C'è una cosa che non mi ha ancora spiegato, signora. Perchè?"


"E ti pareva! Certo che io se non mi faccio la solita minchiatina della serata, non sono io, eh. Ho preso tutto TRANNE il maledetto cristallo nero. E senza il cristallo non posso superare la linea rossa, quindi aver fatto 20 punti non mi serve a una cippa, praticamente ne faccio solo 3"
"In alternativa potresti sprogrammare un bot" osserva Red studiando il tabellone "Se ne avessi uno da sprogrammare"
"Infatti. SE. Ma non ce l'ho. Va, che giocata del menga!"
"Peccato, Dado. A 'sto giro eri proprio vicino. Sembri sempre lì lì ma poi non riesci mai ad affondare. Ti ho superato di un niente"
"Sono irrecuperabile, Red, sono un caso patologico"

Venerdì 4 ottobre 2013
"Perchè amo mio marito. E voglio vederlo felice. Lui è un gran appassionato di giochi da tavolo ma non riesce proprio a vincere. Frequentava un'associazione e tornava sempre a casa bastonato"
"Quindi tutto questo, i soldi, io, il blog che dovrei mettere su, l'incontro con Raistlin..."

"Gli sto regalando un sogno. Il sogno di ogni giocatore. Il Vichingo: l'avversario perfetto, durissimo, che non sbaglia, una macchina calcolatrice, ma che lui riuscirà sempre e comunque a sconfiggere all'ultimo secondo, anche per un punto soltanto. E lei, un noto blogger incontrato per caso... sembrerà raccontare le sue serate sul blog, le serate del Dado Critico, ma in realtà racconterà le vittorie di mio marito, sì, ne celebrerà la bravura al tavolo, lui sarà il vero personaggio, uscirà sempre primo nei suoi report delle serate, lo chiamerà Campione, Giocatore Alfa, Tritamanuali...E lui la leggerà e sarà felice"
"Lei deve amare molto suo marito"
"Con tutto il mio cuore, Andrea. Con tutto il mio cuore"

22 commenti:

  1. Il pezzo e' straordinario aspetto con ansia il commento di Red.. :-)

    VolleyCoach

    RispondiElimina
  2. F5...Redbairon non ha ancora scritto
    F5...Redbairon non ha ancora scritto
    F5...Redbairon non ha ancora scritto
    F5...F5...

    Un pezzo profondo.

    ZTeX

    RispondiElimina
  3. mi è scesa la lacrimuccia
    Matteo

    RispondiElimina
  4. Giuro, adesso fondo una casa editrice solo per pubblicare te! Giuro! :D

    RispondiElimina
  5. dio bon Dado, 20 punti...20 punti.

    RispondiElimina
    Risposte
    1. Qui si sfiora il capolavoro...

      Elimina
    2. Effettivamente sono troppi da buttare nella pattumiera :S

      Elimina
  6. aahahahahhaahha fantastico come sempre! :D

    RispondiElimina
  7. Menomale che ci sono le donne che amano i mariti al punto da far aprire i blog a talentuosissimi scrittori-Alfa! ahahahah
    Mi sa che mi a moglie ha chiesto ai miei soci di spaccarmi il più possibile invece ahaha... ma ogni volta se la devono sudare....hihihhi

    La mia lista dei tuoi post preferiti si rimodula ogni volta che fai una nuova pubblicazione...
    ODI ET AMO!

    Insuperabile Dado!

    RispondiElimina
  8. Dado a proposito sai che mi devi una partita ad Aquasphere (ricordi!!!)

    RispondiElimina
  9. Non c'è trucco più grande dell'illusione del trucco stesso. Quello che si scopre dietro il velo dell'inganno ecco, è quello il vero inganno.

    Venerdì 23 Agosto 2013 - Un forum al femminile sperduto nel cyberspazio
    "Salve a tutte, mi chiamo Francy, ho bisogno del vostro aiuto. Cerco un giocatore di giochi da tavolo, specializzato in germans... credo li chiamino così. È per mio marito"
    Risponde all'annuncio HerBairon "Ti posso aiutare, mio marito è un giocatore. Incontriamoci"

    Qualche giorno dopo, gelateria Fiorio, in centro.
    -Ne è sicura? e se lo venisse a scoprire?
    -Si è l'unico modo e comunque è un rischio che devo correre se voglio salvarlo.
    -Ma non sarebbe più semplice lasciarlo vincere?
    -Se lo facessi giocare con persone che lo lasciano vincere se ne accorgerebbe. Certo, non è un genio ai giochi da tavolo, ma sa riconoscere l'inganno quando lo vede. Per questo deve pensare di essere lui stesso parte dell'inganno...
    -Geniale...
    -La ringrazio. Allora suo marito è disponibile?
    -Si, certamente. Già gliene ho parlato. Ma mi dica esattamente cosa dovremo fare.

    -Dovrà contattarlo, meglio se trova un qualche amico in comune, così non si insospettirà. Gli dirà che suo marito è giù, che ha bisogno di vincere e cose di questo genere. Gli dica di aprire un blog, ai lettori finti ci penso io, basta inventarsi qualche nome tipo ilgranderabbino, i giullari, Max T, anche Agzaroth così si sente più importante. Ovviamente la pagherò. Le darò anche i soldi che dovrà dare a mio marito per questo pseudo-servizio. Per il resto dei dettagli lascio a lei e a suo marito. Gli dica esattamente cosa fare. Mio marito, nel suo desiderio di onnipotenza, seguirà il copione per filo e per segno. Penserà di essere l'ingannatore proprio quando sarà lui ad essere ingannato.
    -Mi dica solo una cosa. Perché?
    -Lo vedo le sere tornare dalle partite tutto affranto.. ma il problema non è vincere o meno. Lui vuole sentirsi importante, vuole sentire che tutto quello che fa ha un "senso", meglio se riconosciuto.
    E poi... beh, perché mi annoiavo.

    Oh almeno questa è la risposta che mi aspetto da Red

    RispondiElimina
  10. merci mon ami,
    seduto con mia moglie al bistrot n30 tra Notre Dame e St. Severine alziamo i nostri calici colmi di un rosso della Borgogna per ringraziarti di un post splendido che rende ancora più romantica questa vacanza aParigi!
    (ehm .... il rosso della borgogna è metaforico.... avrei dovuto vendere gran parte della mia collezione di boardgame .....)
    Silvia mi ha giá detto che sta preparando una discreta somma per la mia vittoria alla prox. partita a Navegador.... (oh ma sei un succhiasangue..... altro che bloodgamegeek, il tuo servizio costa un botto!! spera in uno sconto "cliente")

    come sempre unico il barba style
    VIVE L'ÉCROU CRITIQUE !!!!!!!

    redbairon

    RispondiElimina
  11. Aquasphere è bellissimooooo!!!!
    Ammazza le piovre e vivrai in eterno.
    Ma ricordati di avere sempre con te almeno un fottutissimo cristallo.
    Altrimenti sei spacciato.

    RispondiElimina
  12. Ipercoop la torre Milano,  ore 10.
    File alle casse lunghissime. Si sparge la voce che due cassiere sono in malattia. Tutti intuiscono che sono invece in coda sulla Milano Genova per la prima spiaggiata della stagione.
    Scelgo la  cassa  ed inizio a pensare alla noia dei prossimi 15 Min.
    Prendo tristemente lo smartphone.
    Cazzo ... che culo c'è il dado. Un blog nuovo.
    Accetto la sfida: chiudere il pezzo prima del mio turno.
    Spezzarlo sarebbe un peccato.
    Un orgasmo interrotto.
    Accetto la sfida. Parto!
    Il solito dado che parte lento ma con passo deciso.
    Conserva le forze per gli ultimi metri.
    E' il suo stile!
    Osservo gli avversari.
    La vecchia con il borsellino pieno di monete. Tutto maledettamente in contanti.
    La copia di fidanzatini che si guardano negli occhi al posto di svuotare sto cazzo di carrellino.
    Il filippino capofamiglia. Cosa ci fara'  con 10 confezioni, 10 dico confezioni di cosce di pollo.
    La casalinga con il carrello strabordante.
    In altri momenti gli avrei odiati tutti.
    Oggi sono la mia assicurazione:  il pezzo di dado tutto di un fiato.
    Dado .... ti piace vincere facile.
    Sono a metà del pezzo .... me la godo. Ma questa volta si intuisce che vuoi veramente conservare le forze fino alla fine.
    Con la coda dell' occhio vedo che qualcosa non va.
    Questa non è una cassiera ..... questa è LA CASSIERA. Il sogno di tutti noi del sabato mattina in coda alle code.... una cassiera che scioglie nell' acido chi ti è davanti,  che chiude chi ti è davanti con velocità inaspettata.
    Si fuma la vecchia.
    Riporta alla realta' i fidanzatini.
    Parte con il filippino.

    Arranco col pezzo del dado ...... ho sbagliato ad accettare la sfida.
    Un pezzo interrotto e' un pezzo perso .
    Proprio oggi mi doveva capitare LA CASSIERA !!!!! Che sfiga.

    Ma ho la casalinga davanti .... ce  la posso fare. Accelero .... non si sa mai.
    Ed ecco l ' imprevisto:  si è dimenticata le pizzette catari, inaspettatamente lascia la coda e mi apre la corsia davanti.
    Dado accelera !!!
    Ce la possiamo fare.
    Il filippino cerca la tessera punti ..... e rallenta il ritmo.
    Ed eccomi li , scoppio a ridere all ' ultima riga ....
    Orgasmo.
    Proprio quando la cassiera iniziava a spazientirsi perché non avevo svuotato  tutto il carrello ( sfido chiunque a svuotare un carrello mentre si legge un pezzo del dado).

    Ce l' hai fatta anche questa volta . Dado sei un grande. I campioni si vedono all' ultimo metro quando la distanza tra  un campione ed uno che non entrerà  nella storia e ' questione di decimi di secondo.

    Grande dado

    Ipercoop la torre Milano
    Dado 1
    LA CASSIERA 0

    RispondiElimina
  13. ahahaahahah! Dado occhio alla concorrenza!
    Meeple critico e Token critico vedo che se la cavano piuttosto bene! :-)
    Dovrebbero essercene di più di blog spassosi così!

    RispondiElimina
  14. Mi fai morire aahahahahahah

    Levia ;-)

    RispondiElimina